Emergenza Coronavirus, dal 6 dicembre arriva il super green pass

24.11.2021 23:18 di Rosario Carraffa   vedi letture
Emergenza Coronavirus, dal 6 dicembre arriva il super green pass
TuttoPalermo.net
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Nuova stretta del Governo per contrastare i contagi da Covid-19. Arriva infatti il "super green pass" che varrà per 9 mesi dall'ultima inoculazione di vaccino rispetto ai 12 previsti finora e sarà ottenibile soltanto con il vaccino stesso o con la guarigione dal Covid, non più con il semplice tampone negativo. Le nuove norme scatteranno dal 6 dicembre 2021 e varranno per le zone bianche, ovvero quelle considerate a basso rischio di contagio. Saranno valide per tutto il tempo delle festività, fino al 15 gennaio 2022, ma potranno essere prorogate. Di conseguenza i non vaccinati (e non guariti), con le nuove regole, subiranno notevoli restrizioni nelle loro attività sociali, anche nelle zone bianche, ma non per quanto riguarda il lavoro per il quale resterà valido il green pass legato al tampone. La nuova certificazione non verrà richiesta per accedere ai servizi essenziali come supermercati e farmacie. Resta invariato il green pass sui trasporti a lunga percorrenza; sarà possibile salire su treni ed aerei anche grazie all’esito negativo del tampone.

ll green pass “base” sarà obbligatorio dal 6/12 anche per: alberghi, spogliatoi per l’attività sportiva, trasporto ferroviario regionale e trasporto pubblico locale; l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche sarà consentito in zona bianca e gialla solo ai possessori di “green pass rafforzato”; ulteriori limitazioni della zona arancione valide solo per chi non possiede il “green pass rafforzato”; vaccinazione obbligatoria estesa a personale amministrativo sanità, docenti e personale amministrativo scuola, militari, forze di polizia, soccorso pubblico dal 15/12; richiamo obbligatorio per professioni sanitarie dal 15/12; rafforzamento sistema dei controlli: entro 3 giorni dall’entrata in vigore del dl, i Prefetti sentono il Comitato provinciale ordine e sicurezza, entro 5 giorni adottano il nuovo piano di controlli coinvolgendo tutte le forze di polizia, relazionando periodicamente.

La mascherina resta non obbligatoria all’aperto in zona bianca, ma obbligatoria all’aperto ed al chiuso in zona gialla, arancione e rossa. Sempre obbligatorio in tutte le zone in caso di potenziali assembramenti o affollamenti. Restano invariate le tipologie e la durata dei tamponi.

Il nuovo decreto riguarda anche l'ingresso negli impianti sportivi; saranno ammessi all'aperto soltanto coloro che avranno ottenuto il green pass grazie al vaccino o chi è guarito da Covid-19, non più dunque anche chi avrà soltanto effettuato un tampone risultato negativo. La decisione riguarda anche altre attività considerate di svago, regola infatti "l’accesso a spettacoli, eventi sportivi, bar e ristoranti al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche".

Per le attività all'aperto o per l'accesso agli spogliatoi basterà il green pass che abbiamo conosciuto fino a oggi, mentre per quelle al chiuse sarà necessario il super green pass.