Palermo, Boscaglia: "Non faccio esperimenti perché tutti i miei giocatori sono validi"

04.12.2020 18:24 di Davide Raja   Vedi letture
© foto di TuttoPalermo.net
Palermo, Boscaglia: "Non faccio esperimenti perché tutti i miei giocatori sono validi"

Roberto Boscaglia, tecnico rosanero, è intervenuto in conferenza stampa all'antevigilia di Foggia-Palermo. Ecco le sue parole raccolte da TuttoPalermo.net: "Non mi sono mai soffermato nel fare bilanci anche dopo tutte le problematiche. Il nostro è un campionato particolare ma dopo Catanzaro ho visto la squadra che volevo vedere e mi piace molto. Dopo tante partite in casa abbiamo una trasferta insidiosa che ci darà filo da torcere. La nostra gara esterna è stata buona. Devo parlare con lo staff sanitario per quanto riguarda Almici, aspettiamo. Rauti in questo momento ha qualche piccolo problema ma sicuramente sarà disponibile. Lucca è giovanissimo ed è alla prima esperienza di un certo livello e sicuramente non ha fatto polemica. Ogni settimana io faccio giocare chi ha più minuti nelle gambe. Somma è un centrale e non può ricoprire il ruolo di Almici. Non sono contento della classifica ma sapete tutti come sono andate le cose. Non abbiamo quasi mai avuto la squadra al completo ma sono tutte cose che ho già detto. Dobbiamo lavorare per stare nei piani alti della classifica. Da molte partite sono contento di come sta lavorando la squadra. Ci sono diverse cose da migliorare, ricordando i gol presi contro la Viterbese. La squadra fa quello che chiedo, poi è normale che ci siano degli errori. Non voglio che dopo il primo gol realizzato possa arrivare la sicurezza di vincere la partita in automatico anche con tanti minuti ancora da giocare. Loro sanno quello che io penso. Quando è entrato Valente eravamo in svantaggio ed eravamo in una situazione estrema. Corrado continuerà a non essere dei nostri ma dovrebbe tornare la settimana prossima. Molte squadre che affrontiamo tendono a chiudersi ed è normale. L'attentato a Gentile del Foggia è un episodio da condannare. Questo episodio compatterà ancora di più il gruppo Foggia. L'aggressività e la voglia di raggiungere il risultato mi piace ma se distratti poi arrivano gli errori. Bisogna prendere delle batoste per capire chi siamo. Contro Catanzaro e Catania abbiamo giocato due partite calcisticamente drammatiche. In questa squadra non si fanno esperimenti ma ho messo Broh e Odjer perché pensavo fosse il centrocampo più adeguato in quel momento. Abbiamo cinque centrocampisti centrali e tutti quanti si giocano il posto. Dobbiamo valutare tante variabili, comprese le caratteristiche degli avversari. Floriano aveva fatto diverse partite di fila e in ogni caso abbiamo cambiato gli esterni proprio per questo motivo. Per me la formazione è l'ultimo dei miei problemi, prima penso a tutt'altro. So di avere una squadra che ascolta".