Palermo, segnali di crescita complessivi ma ci lascia perplessi l'attacco: senza un forte centravanti non si può lottare per il vertice lo dice la storia!

19.09.2021 19:57 di Giovanni Chinnici   vedi letture
Palermo, segnali di crescita complessivi ma ci lascia perplessi l'attacco: senza un forte centravanti non si può lottare per il vertice lo dice la storia!
TuttoPalermo.net
© foto di Uff. Stampa Palermo FC

Segnali complessivi di crescita oggi pomeriggio contro il Catanzaro. Palermo in netta ripresa dopo le brutte prestazioni contro Messina e Taranto ma purtroppo non è arrivata la vittoria. Il nuovo schieramento tattico con Jacopo Dall'Oglio schierato come centrocampista puro ci convince in pieno, più in generale siamo perplessi sull'attacco, nello specifico sulla prima punta. Ne Matteo Brunori e neppure Edoardo Soleri ci sembrano attaccanti da 15 gol, elemento fondamentale in una squadra che vuole lottare per vincere il campionato. In sede di mercato avremmo optato per scelte diverse. L'ultimo campionato ha visto sia Soleri che Brunori fare pochi gol nelle rispettive squadre. Tralasciando la cessione di Lorenzo Lucca che rientra in un discorso più ampio, ci chiediamo se è stato ceduto Andrea Saraniti che ha realizzato appena 5 reti, troppo poche per una prima punta, che senso ha avuto andare a prendere giocatori con lo stesso rendimento realizzativo di Saraniti?. Il centravanti è un ruolo chiave se vuoi vincere il campionato, andava preso un bomber sicuro da 15 reti. Un giocatore che lo scorso anno si era messo in mostra sotto questo punto di vista. Si sono fatte altre scelte. Ma siccome oltre ad essere addetti ai lavori noi siamo anche tifosi, ci auguriamo che sia Brunori a fare questi 15 gol, anche se l'inizio di torneo purtroppo non è incoraggiante sotto questo punto di vista. Confidiamo in una crescita nelle prossime settimane, perché se si vuole lottare per vincere ci vogliono gol vittorie e prestazioni continue.