Palermo, si deve cambiare registro

Dott. Rosario Carraffa, Giornalista, Direttore di TuttoPalermo.net, conduttore/speaker del programma in radiovisione "Today Sport" su RTA, radiocronista delle gare del Palermo e autore del libro sulla storia dei derby. Ospite in diversi programmi
11.10.2020 19:08 di Rosario Carraffa   Vedi letture
Dott. Rosario Carraffa
Dott. Rosario Carraffa

Il Palermo è uscito, come già anticipato da TuttoPalermo.net, sconfitto dal match disputato allo stadio "Renzo Barbera", contro l'Avellino, per la quarta giornata di Serie C, Girone C della stagione targata 2020/2021, con due reti subite e nessuna messa a segno. Una partita giocata sicuramente sotto tono dagli uomini allenati dal tecnico Roberto Boscaglia, che in grandi tratti di gara sono stati in balia dei propri avversari. Poche sono state le azioni offensive degne di nota fatte vedere dalla compagine rosanero, con due reti subite per errori difensivi che hanno permesso agli irpini di trovarsi a tu per tu entrambe le volte con l'estremo difensore avversario e mettere la palla in rete. E' giusto avere giovani giocatori in rosa, ma bisogna senza nessun dubbio farli crescere accanto a coloro che vantano esperienza in questa serie o in una superiore. Nel Palermo ci sono giocatori di esperienza, ma nelle prime gare sono partiti spesso dalla panchina, per scelta tecnica. A parte questo nell'organico manca il vero bomber, colui che non sbaglia sotto la porta avversaria e che capitalizza l'unica palla gol che gli può capitare nell'arco di tutta la gara. Potrebbero esserci delle sorprese nel corso della stagione, ma ad oggi i rosanero sono l'unica squadra di Serie C nei tre gironi a non aver messo a segno nessuna rete. Senza segnare non si può andare da nessuna parte. Il tecnico Boscaglia studierà i vari errori commessi dalla propria squadra e già dalla prossima sfida in casa del Bisceglie, in programma domenica 18 ottobre 2020 (ore 15:00), cambierà quasi sicuramente qualcosa nell'undici titolare che scenderà in campo in Puglia. "Sono convinto che anche nell’ultimo istante della nostra vita abbiamo la possibilità di cambiare il nostro destino"(Giacomo Leopardi). Il Palermo deve provare a cambiare il proprio destino, trovando la giusta compattezza che ancora non si è vista e soprattutto trovare la via del gol che ad oggi sembra solo utopia.