ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Oddi: "Finale play-off? In queste gare non conta più chi è più forte, ma è importante lo stato mentale. La fortuna dei rosanero è il proprio pubblico"

07.06.2022 11:24 di Rosario Carraffa   vedi letture
ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET - Ex Palermo, Oddi: "Finale play-off? In queste gare non conta più chi è più forte, ma è importante lo stato mentale. La fortuna dei rosanero è il proprio pubblico"
TuttoPalermo.net
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net

L'ex portiere del Palermo, Cesidio Oddi, che ha vestito la maglia rosanero dal 1980 al 1982, è stato intervistato in esclusiva da TuttoPalermo.net, dove ha parlato dei rosanero e non solo...

Hai vestito la casacca rosanero dal 1980 al 1982 qual è il ricordo che hai di quel periodo?

"Dei miei due anni a Palermo ho tutte sensazioni positive, tranne che per il brutto infortunio subito che mi ha condizionato tutto il resto".

Ora il calcio è cambiato, ma la passione dei tifosi resta la stessa, cosa si sente di dire alla piazza ed al pubblico rosanero?

"Della città cosa dire... si tratta di un'Isola spettacolare, con tifosi spettacolari".

Il Palermo giocherà l'ultima gara valida per i play-off giorno 12 giugno in casa contro il Padova, che sensazioni hai?

"Ho seguito le vicende del Palermo con la vittoria contro il Padova in casa loro, in queste gare non conta più chi è più forte, ma è importante lo stato mentale. Sicuramente la fortuna del Palermo è il proprio pubblico: straordinario, che è il dodicesimo uomo in campo che può dare una grossa mano. E' importante però che i giocatori non devono pensare di avere già vinto, ma devono lottare su ogni pallone. E' importante per loro, ma soprattutto per la città. Loro si devono immedesimare, perché non è da tutti i giorni giocare davanti a 35.000 spettatori. Hanno un miracolo in mano e devono far di tutto che questo miracolo rimanga". 

Il tecnico Silvio Baldini ha senza nessun dubbio dato qualcosa alla compagine rosanero, quanto è importante un allenatore di esperienza per gare importanti come queste?

"Da quando è arrivato il Palermo ha fatto bene, quindi bisogna dare merito anche a lui per quello che sta facendo il Palermo, anche se per essere più preciso si dovrebbe stare dentro lo spogliatoio. L'allenatore di esperienza è importante, però bisogna sempre ricordare che in campo ci vanno i giocatori".

Quale giocatore potrà essere determinante per la finale che si giocherà al Barbera?

"Bisognerebbe avere la palla di vetro, posso però dire che saranno importanti tutti, sia chi scenderà in campo dall'inizio che chi entrerà a partita in corso. Saranno tutti importanti. Spero che andrà tutto bene per il Palermo".

Per concludere cosa è mancato a Oddi nella propria carriera da calciatore?

"Io sono contento della mia carriera, quando sono arrivato a Palermo venivo da una piccola società l'Aquila, anche se è una grande e bella città. Posso solo dire che forse qualcosa sarebbe cambiato se avessi potuto giocare con entrambe le gambe, visto che dopo l'infortunio per circa 10 anni ho giocato in pratica con una sola gamba. Forse potevo fare di più o di meno, però ripeto sono contento di quello che ho fatto e sempre Forza Palermo!".