Palermo, siamo sicuri che il credo tattico di Baldini si possa sposare con l'attuale organico?

26.12.2021 07:55 di Giovanni Chinnici   vedi letture
Palermo, siamo sicuri che il credo tattico di Baldini si possa sposare con l'attuale organico?
TuttoPalermo.net
© foto di Rosario Carraffa/TuttoPalermo.net

Il recente cambio di guida tecnica in casa Palermo dovrebbe dare nuova linfa alle ambizioni di vertice della società rosanero che purtroppo per il secondo anno consecutivo si trova in un campionato di terza serie con pochissime chance, per non dire nulle, di potere competere per il vertice assoluto. Noi di TuttoPalermo.net, premesso che non riteniamo il tecnico Giacomo Filippi il principale responsabile di questo percorso altalenante dei rosa in campionato, ritenendo l'organico non competitivo per il vertice, da questa sede ci chiediamo se la scelta di Silvio Baldini possa essere quella giusta in funzione delle idee tattiche del nuovo tecnico che dovranno andarsi a sposare con le caratteristiche dei giocatori in organico. La storia di Baldini dice che il tecnico ha sempre adottato un metodo di gioco offensivo, andando spesso a ricalcare il 4-2-3-1 di boscagliana memoria. La storia recente del Palermo calcio ci dice, numeri alla mano, che una metodologia di gioco del genere sarebbe improponibile. Il centrocampo a 2 ha portato Boscaglia a disputare un campionato da 10° posto e ad essere poi esonerato. La speranza è che Baldini possa essere tatticamente flessibile, se tatticamente si dovesse tornare al passato si rischia veramente di soffrire tanto e addirittura di peggiorare l'attuale 4° posto. È chiaro che, se nel mercato di gennaio ci saranno nuovi ingressi di qualità le cose ovviamente potranno cambiare. In questo senso saranno decisive le prime due settimane di gennaio. Li si capirà realmente come vorrà muoversi la società sul mercato. Il popolo rosanero attende fiducioso e noi lo aggiorneremo con la serietà ed obbiettività che ci contraddistingue.