UFFICIALE: Lazio, 7 mesi di inibizione per Lotito: pronto il ricorso

26.03.2021 20:14 di Rosario Carraffa   Vedi letture
Claudio Lotito
© foto di TuttoSalernitana.com
Claudio Lotito

La sentenza sul caso tamponi che coinvolge la Lazio, accusata dalla Procura FIGC del mancato rispetto dei protocolli anti-Covid è arrivata; il Tribunale federale ha condannato a 7 mesi di inibizione il presidente Claudio Lotito e a 12 mesi i medici sociali Ivo Pulcini e Fabio Rodia. Niente penalità in classifica per il club, che dovrà però pagare una multa da 150.000 euro. Dopo l'ufficialità della FIGC con la pubblicazione del dispositivo del TFN, è arrivato anche il comunicato della Lazio in cui il club di Lotito sottolinea che impugnerà in appello queste decisioni. Ma non è finita qui: anche la Procura ha annunciato il ricorso alla Corte Federale. Di seguito il testo completo: "Relativamente alla sentenza emessa oggi dal Tribunale Federale Nazionale sul procedimento relativo alla Lazio, la Procura Federale, nella persona del Procuratore Federale Giuseppe Chiné, pur soddisfatta della tenuta dell’impianto accusatorio, rende noto che, non appena saranno pubblicate le motivazioni, farà appello alla Corte Federale poiché le sanzioni irrogate non rispecchiano in pieno quelle richieste dinanzi al TFN. La Procura Federale esprime comunque soddisfazione per il riconoscimento della solidità degli elementi documentali di prova della avvenuta e plurima violazione dei Protocolli sanitari da parte dei vertici della SS. Lazio nel periodo ottobre/novembre 2020 oggetto di contestazione".